Annunci

Trump è la maggiore minaccia alla pace mondiale, non Putin- sondaggio tedesco

21 Apr, 2018 fonte RT

Più del 90% dei tedeschi desidera migliori relazioni con la Russia, mentre più di tre quarti pensano che il presidente degli Stati Uniti Donald Trump rappresenti una maggiore minaccia alla pace mondiale non Vladimir Putin, secondo un nuovo sondaggio.
Dipingere la Russia come l’uomo nero ed una minaccia per l’Occidente è stata la narrativa dei media di un certo numero di stati occidentali per qualche tempo. Ora, un sondaggio condotto dall’Istituto Forsa per conto del gruppo Wiese Consult ha rivelato una sostanziale differenza tra la narrativa principale nei media e l’opinione pubblica generale.

Il sondaggio ha rivelato che l’83% dei tedeschi ha dichiarato di non aver paura della Russia, mentre metà degli intervistati ha accusato la politica americana di creare un rapporto teso tra la Russia e l’Occidente. Solo un quarto dei tedeschi ritiene che il conflitto sia invece colpa della Russia. Più di tre quarti degli intervistati (79%) hanno dichiarato di considerare il presidente degli Stati Uniti Donald Trump una maggiore minaccia alla pace mondiale rispetto al suo omologo russo, Vladimir Putin.

Mentre Washington ha imposto sanzioni alla Russia sotto vari pretesti, più della metà degli intervistati tedeschi (55 percento) si è opposta alle dure restrizioni anti-russe. La Germania ha già visto un notevole impatto negativo dei precedenti cicli di sanzioni contro Mosca. Anche se nel 2017 le esportazioni tedesche in Russia sono aumentate rispetto al 2016 – pari a 25,8 miliardi di euro (31,8 miliardi di dollari) – questi sono di molto inferiori ai dati pre-sanzionatori del 2012, quando le esportazioni valevano più di 38 miliardi di euro.

L’ultima tornata di sanzioni statunitensi include restrizioni nei confronti di alcune importanti compagnie energetiche russe, tra cui En+ ed EuroSibEnergo, così come la società statale Rosoboronexport, che controlla la maggior parte delle esportazioni di armi della Russia.

Un totale di 14 entità e 24 russi sono stati sottoposti alle ultime sanzioni emesse, che il portavoce del Cremlino Dmitrij Peskov ha marchiato “razzie economiche”. Secondo Peskov, le misure punitive contro la Russia sono un tentativo di “eliminare le corporazioni russe dai mercati internazionali”.

La camera di commercio tedesco-russa ha affermato che è difficile valutare quanti danni potrebbero causare le ultime restrizioni. Secondo il Wall Street Journal, queste considerazioni spiegano perché il ministero tedesco dovrebbe spingere affinché il suo paese sia esentato dal nuovo ciclo di sanzioni anti-russe.

Il ministro tedesco all’Europa ha chiesto ad Angela Merkel di moderare la sua posizione indurita nei confronti di Mosca, che si è riflessa nel recente sondaggio, con il 94% degli intervistati che ritiene importante per la Germania e la Russia avere un buon rapporto.

Tradotto ed Adattato da NuovaVoce.net

LEGGI ARTICOLO ORIGINALE

GRADITO LA LETTURA? CONDIVIDI ED INFORMA

Annunci
Condividi ed Informa

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Annunci
Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: