Annunci

Ispezione OPCW in Russia – dopo le richieste di trasparenza di Mosca sul caso Skripal

6 Apr, 2018 fonte RT

Mentre Mosca esorta a una piena trasparenza sul caso dell’avvelenamento di Sergei Skripal, gli esperti dell’Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche (OPCW) hanno fatto visita in Russia.
Gli ispettori sono arrivati ​​per controllare la conformità con le regole dell’organizzazione la settimana scorsa. I controlli sono stati segnalati dal quotidiano del ministero della Difesa russo, Krasnaya Zvezda (Stella Rossa), venerdì. La relazione, tuttavia, non ha elaborato in che cosa stavano esattamente indagando gli ispettori dell’OPCW o dove.

La notizia arriva mentre la Russia si trova al centro del gioco per il colpevole dell’l’avvelenamento dell’ex agente Sergei Skripal e sua figlia, Yulia. Sono stati scoperti in una condizione critica a Salisbury, colpiti da ciò che il governo britannico sostiene essere un agente nervino di fabbricazione russa. Le autorità del Regno Unito hanno rapidamente accusato lo stato russo – un’accusa che Mosca ha ripetutamente negato, mentre chiedeva un’inchiesta congiunta trasparente. I suggerimenti di Mosca sono stati respinti da Londra ed etichettati come “perversi” e descritti come una “tattica diversiva”.

All’inizio di questa settimana, gli scienziati del laboratorio di armi chimiche di Porton Down, vicino a Salisbury, hanno dichiarato di non essere in grado di rintracciare l’agente nervino usato sugli Skripal e collegarlo alla Russia. Poco dopo, il Ministero degli Esteri del Regno Unito ha rilasciato una dichiarazione secondo cui Londra sostiene la sua “valutazione” della colpevolezza della Russia.

Mercoledì scorso, la proposta russa di una nuova indagine congiunta sul caso Skripal è stata respinta da 15 membri dell’organo di governo dell’OPCW all’Aia, con sei sostenitori della richiesta Russia e 17 astenuti. Dopo che l’iniziativa è fallita, l’ambasciatore russo nel Regno Unito, Alexander Yakovenko, ha invitato la Gran Bretagna a rendere pubblico tutto il materiale rilevante per le indagini. Ha detto che, mentre Mosca non ha prove del ruolo del governo britannico nel caso, il rifiuto di Londra di cooperare e la sua campagna per incolpare Mosca lasciano la Russia a chiedersi quali siano le sue reali motivazioni.

La Russia ha quindi indetto una sessione del Consiglio di sicurezza dell’ONU, in cui il suo inviato ha sottolineato le incoerenze nella descrizione ufficiale del Regno Unito del caso Skripal e ha ribadito la posizione di Mosca secondo cui l’uso di armi chimiche da parte di chiunque è “inammissibile e deve essere indagato e punito”.

Le accuse contro Mosca hanno già provocato l’espulsione di oltre 100 diplomatici russi da un certo numero di paesi dell’UE e dai loro alleati. I diplomatici russi sono stati accusati di essere “spie sotto copertura”. Il Regno Unito aprì la strada con 23 espulsioni, e gli Stati Uniti mandarono a casa altri 60 e chiusero il consolato russo a Seattle. La maggior parte degli altri partecipanti ha espulso da una a quattro persone.

Mosca ha risposto in pari misura, compresa la chiusura del consolato americano a San Pietroburgo e l’espulsione di 60 diplomatici statunitensi. Oltre a far partire 23 diplomatici britannici, ha dato a Londra un mese per tagliare la sua presenza diplomatica nel paese ridimensionandolo allo stesso numero di personale diplomatico russo in Gran Bretagna.

Tradotto ed Adattato da NuovaVoce.net

LEGGI ARTICOLO ORIGINALE

GRADITA LA LETTURA? CONDIVIDI ED INFORMA

Annunci
Condividi ed Informa

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Annunci
Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: