Annunci

Le forze speciali statunitensi stanno aiutando a preparare un altro attacco chimico fasullo.

11 Giugno, 2018 fonte RT

Il ministero della Difesa russo ha dichiarato di avere informazioni credibili che le forze speciali statunitensi stiano aiutando i ribelli siriani a orchestrare un “finto attacco chimico usando il cloro” per provocare attacchi aerei occidentali alle forze governative siriane.

“La nostra intelligence, confermata da tre fonti siriane indipendenti, afferma che i comandanti del cosiddetto” esercito libero siriano “, appoggiati dagli operatori delle forze speciali americane, stiano preparando una seria di provocazioni che coinvolgerebbero agenti chimici nella provincia di Deir ez-Zor”, si legge in un articolo dichiarazione rilasciata dal Ministero della Difesa russo.

I militari hanno affermato che i militanti della FSA probabilmente impiegheranno il cloro per orchestrare l’incidente chimico. “Per fingere l’ennesimo attacco chimico del regime contro civili pacifici”.

L’assetto potrebbe quindi poi essere distribuito nei media occidentali e servire come pretesto per rinnovati attacchi aerei della coalizione contro gli obiettivi del governo siriano. La prevista “provocazione”, ha detto l’esercito russo, ha anche scopo di giustificare un’offensiva della FSA contro le truppe siriane sulla riva orientale del fiume Eufrate.

Il ministero della Difesa aveva in precedenza avvertito di simili piani riguardanti armi chimiche. Nell’ultima occasione a Marzo, il Centro di riconciliazione russo ha ricevuto una soffiata da un residente locale che ha affermato che i possibili preparativi per una “provocazione” con l’uso di agenti chimici erano in corso nella Ghouta orientale.

Secondo l’intelligence, il gruppo Tahrir al-Sham (ex Jabhat al-Nusra) ha collocato “contenitori sigillati ermeticamente”, che potrebbero contenere sostanze velenose, accanto a una turbina auto-costruita su uno dei tetti del sobborgo di Damasco.

La notizia di un presunto attacco chimico nella città siriana di Douma è arrivata il 7 Aprile, supportata da filmati drammatici che ritraevano persone che piangevano, bambini lavati con pompe d’acqua, convincendo le masse con accuse affrettate che il presidente siriano Bashar Assad aveva ordinato un’altra “atrocità”.

Due settimane dopo, un reporter dell’emittente pubblica tedesca ZDF haveva parlato con la gente del posto che gli aveva detto che l’intero evento era stato “messo in scena”. La terza agenzia di stampa AFP più grande al mondo e il tabloid britannico Independent hanno anche visitato il sito del presunto attacco chimico.

Alla fine, un ragazzo del video dell’ “attacco” di Douma, inizialmente ritenuto una vittima, ed il personale medico dell’ospedale hanno testimoniato in una conferenza stampa organizzata dalla Russia presso L’Aia. Questi hanno rivelato che i membri del controverso gruppo dei White Helmets avevano solo versato acqua fredda sui bambini presenti dopo aver loro stessi provocato il panico per un finto “attacco chimico”.

Nessuno dei pazienti negli ospedali locali ha mostrato alcun sintomo di avvelenamento da armi chimiche, hanno riferito testimoni.

Mosca ha costantemente sollevato preoccupazioni su possibili provocazioni usando agenti chimici in Siria. La Russia ritiene che tali attacchi saranno ampiamente riportati  dai media occidentali e potrebbero infine essere utilizzati per provocare la coalizione guidata dagli Stati Uniti per lanciare attacchi contro le forze governative siriane.

Tradotto ed Adattato da NuovaVoce.net

LEGGI ARTICOLO ORIGINALE

GRADITO LA LETTURA? CONDIVIDI ED INFORMA

 

Annunci
Condividi ed Informa

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Annunci
Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: