Annunci

Armi di fabbricazione israeliana tra le armi consegnate dai militanti a Damasco

12 May, 2018 fonte RT

Le mine antiuomo israeliane sono state trovate tra una grande quantità di armi medie e pesanti consegnate dai ribelli nel sud di Damasco, secondo quanto riferito dai media di stato siriani. Damasco ha ripetutamente accusato Tel Aviv di aiutare i militanti.

Mentre l’esercito siriano caccia gli ultimi terroristi rimasti dalla periferia meridionale di Damasco, coloro che si rifiutano di deporre completamente le armi e di arrendersi vengono evacuati in zone controllate dalla ribellione della Siria settentrionale, principalmente Idlib. Come parte dell’accordo con le autorità siriane, i militanti stanno abbandonando armi medie e pesanti.

In vista dell’evacuazione nelle città di Yelda, Babila e Beit Sahem, i militanti hanno rinunciato a centinaia di armi e munizioni, inclusi mortai, mitragliatrici, proiettili di razzi e mortai, polvere da sparo, precursori di esplosivi fatti in casa e di mine di fabbricazione israeliana.

Questo è distante dal primo rapporto sulle armi di fabbricazione israeliana stoccate dai militanti. A febbraio, è stato riferito che l’esercito siriano ha scoperto in magazzini impilati con armi, alcuni delle quali erano di fabbricazione israeliana, mentre stavano ispezionando le aree di Al Boukamal e Al Mayadin a Deir ez-Zor, che sono state liberate dalle forze governative scacciando i militanti teroristi (IS, ex ISIS / ISIL) nell’autunno dello scorso anno.

Dall’inizio delle ostilità in Siria, l’esercito siriano ha sequestrato ripetutamente armamenti e munizioni con iscrizioni in ebraico. Nell’aprile 2016, le forze siriane hanno fermato un veicolo pieno di mine, mortai, razzi e bombe a mano israeliane che erano destinati a un’area controllata dall’ISIS nella Siria orientale.

Israele dichiara di fornire solo assistenza umanitaria alle forze antigovernative siriane, ma rimane in gran parte in silenzio sulle forniture apparenti di armi. Nel frattempo, Haaretz ha riferito a febbraio che almeno sette gruppi ribelli sunniti nelle alture del Golan occupate da Israele ricevono armi e munizioni da Israele. Inoltre, la quantità di assistenza militare diretta che ricevono è aumentata negli ultimi mesi.

La Siria ha in precedenza accusato Israele di condurre una guerra per procura attraverso le sue milizie alleate, con il presidente siriano Bashar Assad che dichiarava che le autorità israeliane si schieravano con i terroristi “sia dal punto di vista logistico, sia attraverso incursioni dirette sul nostro esercito”.

Ciò avviene durante un periodo di crescenti tensioni tra i due paesi e solo pochi giorni dopo che Israele ha lanciato una raffica di razzi contro quelli che sostenevano essere obiettivi iraniani in Siria per rappresaglia per un presunto attacco delle forze Quds dell’Iran contro le posizioni israeliane nel Golan Altezza. Tre persone sono state uccise e due sono state ferite nel bombardamento, che è stato condannato dall’Iran come flagrante violazione della sovranità della Siria.

Tradotto ed Adattato da NuovaVoce.net

LEGGI ARTICOLO ORIGINALE

GRADITO LA LETTURA? CONDIVIDI ED INFORMA

Annunci
Condividi ed Informa

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Annunci
Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: